Un bravo Planner vi farà innamorare del vostro evento 3 volte: mentre lo organizzate, quando lo vivrete e quando ve lo ricorderete”. (Tommaso Corsini)
(+39) 055 208 078
[email protected]

Florence Ambassador 2018: organizzare una premiazione

Il Florence Ambassador Award è un premio che viene rilasciato dal comune di Firenze ai personaggi che, nel corso dell’anno, si sono distinti in ambito culturale ed accademico, tanto da attrarre in città congressi ed eventi di rilevanza internazionale.

C

Corsini.Events Group è l’orgogliosa azienda produttrice dell’evento. La sfida maggiore nella produzione e nell’organizzazione di una premiazione di questo tipo, dove sul palco si succedono una lunga serie di premiati, è quella di mantenere vivo l’interesse del pubblico senza mai perderne l’attenzione.

Il nostro team si è impegnato per mesi nei preparativi in modo da rendere l’intero evento piacevole e divertente per ogni partecipante. Abbiamo fatto ricorso a tutta la nostra esperienza nell’organizzazione di eventi aziendali, cene di gala, meeting e importanti show musicali come l’ormai affermato New Generation Festival.

Corsini.Events Group è l’orgogliosa azienda produttrice dell’evento. La sfida maggiore nella produzione e nell’organizzazione di una premiazione di questo tipo, dove sul palco si succedono una lunga serie di premiati, è quella di mantenere vivo l’interesse del pubblico senza mai perderne l’attenzione.

Il nostro team si è impegnato per mesi nei preparativi in modo da rendere l’intero evento piacevole e divertente per ogni partecipante. Abbiamo fatto ricorso a tutta la nostra esperienza nell’organizzazione di eventi aziendali, cene di gala, meeting e importanti show musicali come l’ormai affermato New Generation Festival.

C

Gli “ambasciatori” di Firenze nel mondo

Il Florence Ambassador Award ha avuto luogo lo scorso 10 Ottobre 2018 nel magnifico Salone dei Cinquecento all’interno di Palazzo Vecchio, storica sede del comune di Firenze. Il fine ultimo dell’evento, promosso dal Destination Florence Convention & Visitors Bureau, rispecchiava il motto: “Fare crescere Firenze, insieme”. Non a caso tutte le personalità coinvolte sono state premiate come “ambasciatore” della città! Il fiorino d’argento assegnato ad ognuno è infatti un riconoscimento ufficiale della loro leadership all’interno della comunità scientifica, accademica e professionale a cui appartengono e della loro capacità di rappresentare Firenze nel mondo al fine di attrarre congressi ed eventi in città.

Gli “ambasciatori” di Firenze nel mondo

Il Florence Ambassador Award ha avuto luogo lo scorso 10 Ottobre 2018 nel magnifico Salone dei Cinquecento all’interno di Palazzo Vecchio, storica sede del comune di Firenze. Il fine ultimo dell’evento, promosso dal Destination Florence Convention & Visitors Bureau, rispecchiava il motto: “Fare crescere Firenze, insieme”. Non a caso tutte le personalità coinvolte sono state premiate come “ambasciatore” della città! Il fiorino d’argento assegnato ad ognuno è infatti un riconoscimento ufficiale della loro leadership all’interno della comunità scientifica, accademica e professionale a cui appartengono e della loro capacità di rappresentare Firenze nel mondo al fine di attrarre congressi ed eventi in città.

C

Tra i premiati:

– Roger Granville, Frankie Parham e Maximilian Fane, Co-fondatori del “The New Generation Festival”
– Arturo Galansino, Direttore Generale Fondazione Palazzo Strozzi
– Raffaello Napoleone, AD Pitti Immagine
– Luciano Bertinelli, AD Ferragamo Parfums
– Renaud Dehousse, Presidente European University Institute
– Massimo Gramigni, Presidente Associazione Palasport di Firenze
– Cristiano Chiarot, Sovrintendente Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino

Tra i premiati:

– Roger Granville, Frankie Parham e Maximilian Fane, Co-fondatori del “The New Generation Festival”
– Arturo Galansino, Direttore Generale Fondazione Palazzo Strozzi
– Raffaello Napoleone, AD Pitti Immagine
– Luciano Bertinelli, AD Ferragamo Parfums
– Renaud Dehousse, Presidente European University Institute
– Massimo Gramigni, Presidente Associazione Palasport di Firenze
– Cristiano Chiarot, Sovrintendente Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino

C

Una premiazione rapida e divertente

Ecco la soluzione che abbiamo adottato: dare ritmo a tutto! In meno di 100 minuti abbiamo dato vita ad almeno 60 scene diverse. La scaletta dell’evento è stata scritta in maniera maniacale e seguita alla lettera dalla presentatrice Carlotta Ferrari, direttrice del Convention Bureau fiorentino.

L’evento ha avuto inizio con un flash mob di canto corale che ha introdotto i discorsi di benvenuto delle istituzioni presenti, seguiti dalle analisi sull’andamento del mercato a cura di FederCongressi ed Eventi.

Una premiazione rapida e divertente

Ecco la soluzione che abbiamo adottato: dare ritmo a tutto! In meno di 100 minuti abbiamo dato vita ad almeno 60 scene diverse. La scaletta dell’evento è stata scritta in maniera maniacale e seguita alla lettera dalla presentatrice Carlotta Ferrari, direttrice del Convention Bureau fiorentino.

L’evento ha avuto inizio con un flash mob di canto corale che ha introdotto i discorsi di benvenuto delle istituzioni presenti, seguiti dalle analisi sull’andamento del mercato a cura di FederCongressi ed Eventi.

C

La serata è proseguita con le premiazioni intervallate da contributi audio live e registrati, video creati appositamente, giochi di luce, gingles: tutti elementi per diversificare di volta in volta ciò che stava accadendo sul palco e dare risalto ad ogni singolo momento.

Per concludere l’evento abbiamo organizzato un cocktail presso la Loggia di Palazzo Strozzi ed un’esclusiva visita alla mostra dell’artista Marina Abramovich che si teneva nell’edificio.

La serata è proseguita con le premiazioni intervallate da contributi audio live e registrati, video creati appositamente, giochi di luce, gingles: tutti elementi per diversificare di volta in volta ciò che stava accadendo sul palco e dare risalto ad ogni singolo momento.

Per concludere l’evento abbiamo organizzato un cocktail presso la Loggia di Palazzo Strozzi ed un’esclusiva visita alla mostra dell’artista Marina Abramovich che si teneva nell’edificio.