lunedì 15 aprile 2024

Elisa e Cristiano: un classico contemporaneo matrimonio all’italiana

Una proposta di matrimonio come da tradizione: una cena intima al ristorante, Cristiano si inchina e porge l’anello a Elisa “Mi vuoi sposare?”. Così inizia l’avventura del matrimonio di questa coppia metà fiorentina, metà milanese.

La scelta delle location: le migliori cornici che Firenze offre

Italiani e tradizionali, Elisa e Cristiano hanno scelto di celebrare la loro unione un sabato mattina di metà Settembre nella Chiesa di Santa Trinita a Firenze. Il luogo perfetto per far godere delle bellezze della città di Firenze agli ospiti non toscani che sono giunti per abbracciare Elisa e Cristiano nel loro giorno più bello.
Una passeggiata sui Lungarni per ammirare Ponte Vecchio ed un bacio sotto la pioggia, perché proprio in quel sabato di metà Settembre una straordinaria tempesta ha deciso di rendere Elisa la sposa più fortunata, come si è soliti dire in Italia.

Circondati dalla gioia dei presenti e dagli ombrelli, Elisa e Cristiano hanno poi accolto i loro ospiti a Villa i Collazzi, una struttura che si staglia alla fine di un lungo viale di cipressi posata delicatamente sulla collina di Giogoli. La location è una delle più esclusive ed uniche nel panorama fiorentino e non solo, grande realizzazione architettonica di Santi di Tito, allievo di Michelangelo Buonarroti.

Il battaglione di Corsini.Events

Proprio quel Sabato 17 Settembre è stato per Corsini.Events una sfida giocata sul campo della logistica. I panorami offerti da Villa i Collazzi suggeriscono normalmente una distribuzione dell’evento a 360 gradi intorno alla struttura, ma l’imprevista tempesta ha messo alla prova la squadra di professionisti selezionata accuratamente per fronteggiare le numerose complessità logistiche che già normalmente Villa i Collazzi presenta. I saloni della location, dal sapore tradizionale e gelosamente custoditi dalla Marchesa Frescobaldi, hanno offerto la possibilità di realizzare un caldo e rilassato aperitivo per gli ospiti ignari della rivoluzione che nel frattempo stava avvenendo al piano superiore. Grazie alla ripresa delle condizioni metereologiche ed ai primi raggi di sole tutt’altro che timidi, la squadra logistica di Corsini.Events insieme a tutte le maestranze in quel momento si sono prestate ad ogni tipo di compito con l’unico fine della realizzazione dell’evento.

In tempi rapidissimi sono riuscite a riallestire magistralmente la sala per la colazione nuziale nel meraviglioso loggiato che pochi istanti prima si presentava letteralmente allagato dalla tempesta. Funghi riscaldanti e plaid sono magicamente stati fatti consegnare per permettere ad ogni ospite di godere della festa e scordare la mattinata inaspettatamente umida. Quasi come in una fiaba, nel primo pomeriggio i timidi raggi si sono trasformati finalmente nel sole settembrino tanto voluto, permettendo quindi alle squadre logistiche di allestire la zona della festa nella cornice degli esterni di Villa i Collazzi, affacciati sul giardino all’italiana: una sorpresa per gli ospiti, che spogliati finalmente delle coperte, hanno brindato ad Elisa e Cristiano finalmente ballando e gustando un ottimo gelato artigianale.

À la table: tradizione ed innovazione

L’arrivo un po’ infreddolito lungo il viale di cipressi è stato subito scaldato e rischiarato dall’emozione della vista su Firenze e da un menù straordinariamente azzeccato. Un ricchissimo aperitivo illuminato dal ritorno dei primi raggi di sole, non ha fatto altro che introdurre gli ospiti ad un menù per la colazione nuziale pensato per gustare i sapori toscani più ricercati con un tocco di milanesità: acqua maremmana ai funghi porcini e olio laudemio, risotto allo champagne con quenelle di gamberi al profumo di ginger ed un tenerissimo di vitella con riduzione al vino, purea di patate ed una selezione speciale di funghi di stagione.

Un décor ispirato ai colori della stagione del vino

La bellezza e la storia della Chiesa di Santa Trinita e di Villa i Collazzi richiedevano una maestria unica per decorarle ed arricchirle rispettando lo stile e la storia di entrambi questi luoghi maestosi, sempre con un occhio che guarda a trend contemporanei. Composizioni e centritavola sono stati pensati sulla base del borgogna, in perfetta sintonia cromatica con i tovagliati azzurro acciaio e la selezione di piatti tradizionali Ginori Serie Oro Doccia Magenta. La scelta della mise en place ha guidato anche il progetto della stationery dell’evento, curato dai professionisti di Corsini.Events, a partire dalle partecipazioni fino ai menù, il blush ha fatto da filo conduttore.